Warning: The magic method The7PT_Core::__wakeup() must have public visibility in /mnt/BLOCKSTORAGE/home/579118.cloudwaysapps.com/skdjvspqsh/public_html/wp-content/plugins/dt-the7-core/dt-the7-core.php on line 92
Google Alert, cos’è e come funziona - iSEOm.com

Google Alert, cos’è e come funziona

da

in

Google Alert o Google Alerts (nella versione inglese) cos’è?

 

Se hai bisogno di monitorare un argomento specifico ricevendo automaticamente e regolarmente nella tua casella email gli avvisi sui nuovi contenuti indicizzati su Google a riguardo, questo strumento fa sicuramente al caso tuo!

 

Google Alert ti permette infatti di programmare degli avvisi (alerts) per qualsiasi parola chiave che venga menzionata su contenuti indicizzati da Google, consentendoti di decidere la frequenza degli invii e la percentuale di pertinenza che questi contenuti devono avere.

 

Ad esempio se vuoi avere una notifica ogni volta che qualcuno menziona il tuo nome, o quello della tua attività, ti basterà inserire le relative parole chiave per ricevere ogni settimana una email con i link a tutti i contenuti che ne parlano.

 

L’unica cosa che dovrai fare è settare il sistema una volta, e tutto il resto sarà automatico.

Google.Alert come funzionano gli avvisi Google? Ecco come si crea un avviso.

Vediamo adesso quanto è semplice impostare i Google Alert:

1 – Naviga sul sito di Google Alert oppuere clicca qui, e nel campo “crea un pulsante di avviso” inserisci la keyword o la keyphrase che vuoi monitorare

2 – Cliccando su “Mostra opzioni” potrai decidere:

 

  • La frequenza con cui ricevere gli avvisi
  • Selezionare la tipologia di fonti che vuoi monitorare
  • Selezionare la lingua delle fonti che vuoi monitorare
  • Selezionare il paese delle fonti che vuoi monitorare
  • Scegliere se vuoi ricevere solo i risultati migliori, o tutti i risultati

imposta le tue preferenze, e inserisci nell’apposito campo l’email dove vuoi che gli avvisi ti vengano recapitati (deve essere una email gmail).

3 – Una volta completato il tutto ti basterà cliccare su “Crea avviso” e Google comincerà ad inviarti regolarmente avvisi riguardo all’argomento che hai digitato.

 

Fatto, hai impostato Google Allert per farti inviare avvisi con la frequenza desiderata.Seo a Milano iSEOm

Una volta impostato il sistema, Google comincerà a lavorare per te quasi da subito, e non dovrai più ricordarti di cercare informazioni per l’argomento specifico di tuo interesse, perchè saranno le informazioni ad arrivare automaticamente da te.

Altre Opzioni di Google Alert

 

Navigando sulla pagina di Google Alert scoprirai anche degli argomenti che il sistema ti suggerisce, tra i quali potresti trovare ad esempio il tuo provider di telefonia, o il tuo calciatore preferito.

 

Argomenti per i quali puoi iscriverti con un click per non perderti neanche una notizia.

Inoltre se sei loggato su Google, cliccando “mostra opzioni” potrai scegliere di ricevere gli avvisi anche tramite RSS feed

Per visualizzare il feed appena creato sarà sufficiente cliccare sull’apposito simbolo RSS

Potrai così copiare l’URL per utilizzarlo dove e come meglio credi.

Google Alert: come eliminare un avviso

 

Se non hai più bisogno di uno o più avvisi, e non vuoi che Google continui a inviarti email in proposito, ti basta disattivarli.

Disattivare un avviso di Google Alert è molto semplice:

1 – Fai login sul tuo account Google

2 – Elimina uno o più avvisi semplicemente cliccando sul rispettivo simbolo “cestino”

3 – Apparirà un messaggio di conferma in cima alla pagina, dal quale potrai annullare o confermare la cancellazione

4 – Cliccando su Ignora, confermerai la cancellazione dell’avviso

5 – Nel caso in cui tu abbia cancellato l’avviso involontariamente, cliccando su Annulla, ripristinerai l’avviso

Valutazione
  • Emanuela C.
  • Corrado
  • Marco P.
  • Ettore
5.0

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.