Da Roma ad Ostia, il litorale Romano

(articolo per RomaFun)

Ostia è una frazione del comune di Roma e, troppo spesso, viene considerata semplicemente come un appendice marittima della capitale stessa. In realtà Lido di Ostia (questo il nome reale) rappresenta uno spaccato interessante della recente storia romana e italiana.

Suddivisa nei quartieri di Lido di Ostia Ponente, Lido di Ostia Levante e Lido di Castel Fusano, questa cittadina di circa 80.000 abitanti si estende a sud del fiume Tevere ed è nota per essere una delle principali località balneari laziali.

Ostia e il litorale Romano: dalle paludi agli stabilimenti balneari

Fino al XIX secolo, il territorio oggi occupato dalla cittadina era in gran parte costituito da paludi infestate dalla malaria. Un luogo assolutamente inospitale che, fino alla fine del 1800, nessuno aveva preso in considerazione come edificabile.

Dopo la presa di Roma, venne ideato un complesso sistema di canali che consentì una prima parziale bonifica del territorio, seguita poi dall’arrivo di alcuni coraggiosi “pionieri”, braccianti romagnoli in cerca di nuove terre da coltivare.

Il fascismo e gli stabilimenti balneari

La vocazione di Ostia come meta per le vacanze dei romani, nasce durante il ventennio. Collegata al cuore della capitale con una ferrovia e con la via del Mare, l’area venne definitivamente denominata Lido di Ostia nel 1933. Da quel momento in poi, la funzione turistica della cittadina divenne la principale risorsa di questo centro urbano.

Dal dopoguerra in poi

Con la fine della seconda guerra mondiale, caratterizzata dai bombardamenti tedeschi che culminarono con la distruzione dello stabilimento balneare Roma nel 1943, Lido di Ostia venne ricostruita e ampliata seguendo la vocazione turistica ormai ben avviata.

Durante gli anni settanta e ottanta il centro gode di riflesso dell’espansione della capitale, ampliandosi e gradualmente inglobando le diverse borgate periferiche. Proprio in questo periodo l’agglomerato urbano è andato ad assorbire altre zone come Acilia, Casal Bernocchi, Casalpalocco, Castel Porziano, Centro Giano, Dragona, Dragoncello, Infernetto, e Mostacciano.

Ostia e il litorale romano oggi

Oggi Ostia fa parte a tutti gli effetti della capitale, essendo divenuta parte integrante di Roma. Negli ultimi anni, con la costruzione dell’approdo turistico, questa località si è ancor di più affermata come una delle mete preferite dai romani durante i mesi estivi durante i quali affollano le assolate spiagge del litorale romano.

Lido di Ostia, le strutture architettoniche più interessanti

A dispetto della storia piuttosto recente di questa città, essa presenta diverse costruzioni piuttosto interessanti che, per chiunque vi passi le vacanze, possono risultare attrattive assolutamente da non snobbare.

Tra le tante citiamo il Palazzo del Governatorato, su piazza della Stazione Vecchia (costruito tra il 1924 e il 1928) e Collegio Nautico IV Novembre, su via delle Fiamme Gialle, edificato nel 1937. Al di là della sua breve vita, Lido di Ostia rappresenta in maniera impeccabile lo stile e l’architettura edilizia italiana.

Leggi Roma e i suoi luoghi di culto

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.