Viaggio nella capitale: via del corso e i suoi negozi

(articolo per RomaFun)

Via del Corso e i suoi negozi sono una delle aree preferite dai romani che vogliono fare una passeggiata rilassante in mezzo a boutique e altre attività simili. Questo vero e proprio punto di riferimento per lo shopping capitolino, è nota per la quantità e la qualità di negozi d’abbigliamento presenti: trovano infatti spazio grandi marchi, dai più costosi (e quasi inarrivabili per i comuni mortali) sino a brand di tendenza ma comunque accessibili.

Vero e proprio paradiso per chi ama lo shopping ma non solo: Via del Corso, un’isola pedonale situata tra piazza del Popolo e Via del Parlamento, è una strada di grande attrattiva architettonica, con chiese e costruzioni antiche che fanno da sfondo al perenne via vai di gente. Spesso, visitare negozi è solo un pretesto per fare una passeggiata, socializzare e incontrare amici che hanno avuto la nostra stessa idea.

In Via del Corso sono presenti i negozi di tutti i brand più affermati nell’abbigliamento (e non solo)

Per quanto riguarda l’abbigliamento sono presenti un po’ tutto i brand di rilievo, che si tratti di abbigliamento sportivo (Adidas, Nike, Puma, Footlocker) così come per il settore maschile (Nuvolari, Sette camicie, Stefanel) oltre a una serie di attività dedicate al pubblico femminile (Intimissimi, Carpisa, Zara). In poche parole si tratta di un percorso adatto a chi vuole fare acquisti o semplicemente dare un’occhiata alle fornitissime vetrine.

Una via dai tanti nomi

Come un po’ tutto a Roma, anche Via del Corso ha una storia interessante alle spalle. Nel medioevo infatti, questo tracciato era chiamato via Lata. Nome che cambiò nuovamente nel 1900 quando, in seguito all’assassinio di Umberto I di Savoia, la strada venne intitolata al re. Nel 1944 divenne Corso del Popolo per poi diventare definitivamente Via del Corso al termine della seconda guerra mondiale.

I palazzi storici

Come è facile intuire, non mancano le costruzioni storiche. Tra i numerosi edifici di rilievo, citiamo Palazzo Bonaparte, Palazzo Salviati (esempio di arte barocca) e Palazzo Doria-Pamphilj. Non possono mancare neanche le costruzioni di carattere religioso come la chiesa di San Marcello o quella di San Carlo al Corso.

Il tridente

Via del corso fa parte del “tridente”, ovvero il trittico di strade che include via di Ripetta e via del Babuino. Si tratta di un’imponente intervento urbanistico effettuato tra il XV e il XVII secolo finalizzato a rendere più scorrevole il traffico verso le basiliche maggiori.

Visita anche I locali notturni a Roma

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie.